Faccio fotografie da quando avevo otto anni, non so fare molte altre cose, cucino e scrivo.

Nel mio essere più intimo e quotidiano l’unica vera forma che mi attrae costantemente è la luce, anche se sono un po’ fotofobico e mi piacciono gli ambienti poco illuminati, se la luce non colpisse le varie materie del mondo io non sarei felice.

Posso incantarmi davanti ad un muro al tramonto ed aspettare il buio.